Ritorno al Passato nel Ristorante la Vecchia Fano

A due passi dalle campagne marchigiane, alla foce del fiume Metauro e sulla riva del mare Adriatico: ecco la posizione di Fano, città marchigiana in provincia di Pesaro e Urbino, ma ancora in odor di Romagna. 

 

 

Fano è luogo ideale di soggiorno da cui partire per escursioni in città ricche di storia e d’arte.
A soli 50 chilometri si trova la rinascimentale e splendida Urbino, altrettanto vicine sono la rocca di Gradara dove si svolse la tragedia di Paolo e Francesca, l’inespugnabile forte di San Leo ove morì in carcere il conte di Cagliostro, la città di Pergola che custodisce un reperto romano unico al mondo, il gruppo dei “Bronzi dorati”, le Grotte di Frasassi con un percorso straordinario attraverso stalagmiti e stalattiti.

I pellegrini troveranno, poi, nel Santuario mariano di Loreto una meta spirituale di forte intensità; a poca distanza, potranno visitare la medievale città umbra di Assisi, terra natale di San Francesco.

Famosissimo “Il Carnevale di Fano”, festa cittadina che si svolge con cadenza annuale nella città di Fano. Si tratta di uno dei più antichi carnevali d’Italia, insieme a quello di Venezia. In ognuna delle tre domeniche i carri sfilano per viale Gramsci per tre volte.
Il primo giro è quello di presentazione dei carri che, guidati dal pupo, avanzano sul viale accompagnati da musiche e coreografie. Finito il primo giro inizia il secondo, “il getto”, che attira il maggior numero di persone, e che consiste in una parata con il lancio dai carri di caramelle, cioccolatini e dolciumi. Infine, in conclusione della giornata, c’è il giro più suggestivo ovvero quello della “luminaria”.
Ad accompagnare la sfilata dei carri c’è un corteo con svariati generi di maschere che interagiscono con il pubblico danzando e ballando.
Per la lunghezza di tutto viale Gramsci, ai lati vengono allestite le tribune che, oltre a dare una miglior visuale della parata, gareggiano tra di loro per il più bel costume e coreografia e per la più calorosa partecipazione alla festa.
Un’ulteriore attrattiva sono le giostre che costellano il centro storico di Fano durante la festività.
Alla fine della terza giornata, per concludere il Carnevale, vengono lanciati i fuochi d’artificio. 

Città del gusto e delle prelibatezze gastronomiche, ben rappresentata dal fantastico ristorante “La Vecchia Fano” posto in un vicoletto dello splendido paese. Appena varcato il portone di ingresso si viene catapultati in un lontano passato, in un epoca in cui i cavalieri sostavano nelle antiche osterie ristorandosi dalle lunghe battaglie e interminabili viaggi e rifocillandosi per recuperare immediatamente le energie.

Il nostro tavolo, prenotato poco prima, era posto nel piano interrato, una grotta con volte antiche, un ambiente rilassante e magico.

Ordiniamo subito,

 

 

ANTIPASTO NOBILE(salumi ricercati,salsiccia di cinghiale,prosciutto di cervo,prosciutto di cinghiale,salame d’oca,mortadella di cinghiale,formaggio di bufala,crostino alla crema di tartufo,sfogliatina,panzerotto alle melanzane,spiedino tris)

 

 

Pappardelle al sugo di cinghiale,

 

 

 

Tonnarelli asparagi e salsiccia

 

 

 

Tiramisù 

 

 

 

 

Se ricercate, relax e buon cibo, arte e cultura vi consiglio di visitare questa splendida città, non ve ne pentirete!!!

http://www.turismofano.com/

Precedente Come sosotituire il Latte Successivo Liquore Rossana