Ribollita

RibollitaINGREDIENTI PER 6 PERSONE:

Fagioli cannellini secchi gr.500

1 Cavolo nero (circa 400 gr.)

½ Cavolo verza (circa 300 gr.)

4 Pomodori maturi

2 Gambi di sedano

2 Carote

1 Cipolla

1 Porro

2 Spicchi di aglio

2 Rametti di Pepolino (Timo)

600 gr di Pane Toscano

6 cucchiai di Olio Evo

1 Rametto di Salvia

Sale

Pepe nero

Procedimento:

Per prima cosa la sera mettere a bagno i fagioli cannellini in una pentola con dell’acqua, al mattino dopo vanno scolati e messi in una pentola con altra acqua pulita (devono essere coperti) , l’aglio, la salvia e, vanno lasciati andare a fiamma bassa dolcemente fino alla loro cottura . Nel frattempo in una pentola capiente (meglio se di coccio) mettere l’Olio Evo e rosolare la cipolla tritata finemente insieme all’aglio. Poi raggiunto il colore aggiungere il sedano , l carote e il porro tagliati a fettine, fare insaporire un po’ e aggiungere i pomodori sbucciati e spezzettati . Lavare bene le foglie del cavolo nero e toglierle dalla loro costola, poi tagliarle a pezzetti. Lavare bene anche il cavolo verza e tagliarlo allo stesso modo.

A questo punto aggiungere i cavoli, il pepolino, il sale e il pepe.

Prendere i fagioli cotti e toglierli dalla loro acqua , ma lasciatela da parte. Ridurre in crema la metà dei fagioli e metterla dentro la loro acqua di cottura tenuta da parte.

Versare tutto il liquido nella pentola dove stanno cuocendo le verdure e continuare la cottura lentamente per un’altra ora, aggiungendo al bisogno altra acqua tiepida. Verso la fine della cottura vanno aggiunti anche i fagioli tenuti da parte, spegnere e lasciare riposare.

Prendere un’altra pentola bassa e larga di coccio e adagiarvi per tutta la base le fettine di pane che avete precedente tagliato (di circa 1 cm di spessore),coprirle con della zuppa , poi altro strato di fette di pane e di nuovo la zuppa e così fino a che non l’avete versata tutta.

Lasciarla riposare ancora coprendola con un coperchio. Prima di servirla ricordate di accendere il forno e metterla a “ribollire” come vi ho precedentemente raccontato oppure sul fuoco mescolandola piano piano, infine è pronta per essere servita.

Precedente Tortellini in brodo Successivo Torta Pasqualina